Collezionismo – NUOVA ZELANDA, LO SPIRITO DI UNA NAZIONE

Dal minirugby a Nepia un record di cinquanta emissioni

Non è certamente un caso che la Nuova Zelanda sia la Nazione che ha emesso il maggior numero di francobolli sul rugby: circa una cinquantina. Le emissioni iniziano nel 1967 mettendo in circolazione due valori e due minifogli molto belli con un atleta ed un mini rugbista o, più simbolicamente, un padre ed un figlio che giocano allegramente. Arriviamo poi nel 1990 quando, in una serie sugli eroi sportivi, un pezzo da 80 c. celebra Georges Nepia (1905-1986), estremo di grandissimo valore, che giocò 46 partite e 9 test match. Fu giocatore degli “invincibili” che nel 1924-25 si proposero nel secondo tour europeo degli All Blacks con 30 incontri, 30 vittorie, 721 punti segnati e 112 subiti e 4 test-match: 6 a 0 all’Irlanda, 19 a 0 al Galles, 17 a 11 all’Inghilterra e 30 a 6 alla Francia. In carriera segnò 99 punti, 1 meta, 39 trasformazioni e 6 calci. Maori di etnia, di professione era contadino e fu uno dei migliori estremi della storia e giocò anche nel XIII in Inghilterra essendosi trovato senza soldi. E come non ricordare l’haka onorata nel 1990 assieme ad altri 5 francobolli celebranti la cultura Maori e l’anno dopo, in occasione della RWC, il pezzo da 2.40 dollari neozelandesi fu ad essa dedicato, mentre gli altri tre rappresentavano bambini che giocano alla presenza dell’arbitro, il rugby femminile e quello senior. Un foglietto venne messo in circolazione anche in occasione di “Phila Nippon 91” a Tokio e nel 2008 un valore da 2 dn è ancora dedicato alla haka danzata in Egitto dai soldati dell’Anzac (Australia e Nuova Zelanda con eserciti uniti nella seconda guerra mondiale). Le poste locali dettero alle stampe nel 1992 un francobollo con disegnati un anonimo vecchio giocatore degli anni venti con sullo sfondo una porta ed una busta con stampato un 45 c. per il Centenario della Nzrfu: così l’anno successivo un valore dedicato al “Free milk for schools” lasciava intravedere una porta in lontananza ed in quello seguente compariva un 45 c. con palla e scarpa da rugby inserito in una serie di 10 denominata “Kiviana”.

 Mauro Fruggeri

Share this post

  • Subscribe to our RSS feed
  • Share this post on Delicious
  • StumbleUpon this post
  • Share this post on Digg
  • Tweet about this post
  • Share this post on Mixx
  • Share this post on Technorati
  • Share this post on Facebook
  • Share this post on NewsVine
  • Share this post on Reddit
  • Share this post on Google
  • Share this post on LinkedIn
There are no responses so far.

New comments are closed.