La Silemotori Easter Cup parla inglese

Il Conegliano Rugby ha ospitato la prima edizione della Silemotori Easter Cup che ha visto la rappresentativa under 17 del Comitato Triveneto affrontare la Royal Grammar School di Newcastle. L’organizzazione è stata curata da un esperto team formato dal Fontana Rugby, dall’Evra Fvg e dal Tiki Touch Rugby, tutte associazioni della vicina realtà ovale di Fontanafredda, da anni presente nel territorio con la propria attività, e che ne hanno curato tutti gli aspetti, dalla gestione dell’evento all’immancabile “terzo tempo”. Il match è stato intenso per emozione e avvincente per spettacolarità e perciò molto apprezzato dal folto pubblico presente che ha sostituito così la classica gita “fuori porta” del giorno di Pasquetta con la propria presenza sulle tribune ad incitare i giovani rugbysti triveneti. Le Royal Grammar School inglesi sono rappresentate da una decina di istituti “indipendenti” ritenuti i più importanti in termini di formazione scolastica ai quali si può accedere gratuitamente dopo una selezione basata su merito e predisposizione individuale sin dai sette anni per giungere sino ai diciotto acquisendo la maturità scolastica. Lo sport è disciplina ritenuta estremamente formativa per la crescita non solo fisica ma anche comportamentale ed il rugby è considerato appunto la migliore opportunità finalizzata a tale scopo. La RGS di Newcastle è stata fondata nel lontano 1525 e conta oggi circa 1250 studenti tra maschi e femmine e nei programmi annuali degli ultimi anni di corso è previsto sempre un “Rugby Tour” all’estero (Francia, Spagna, Italia, Australia e Nuova Zelanda). In questi ultimi anni gli ottimi rapporti instaurati con i tutor accademici hanno consentito più volte ai ragazzi delle società del territorio triveneto di misurarsi con gli studenti atleti inglesi. Quest’anno sono stati i ragazzi della selezione del Comitato Regionale Veneto che si sono impegnati nel prestigioso confronto. In queste occasioni diventa anche estremamente utile, oltre che a misurarsi dal punto di vista tecnico-atletico, anche il poter emulare il comportamento dei ragazzi inglesi sia prima che dopo la disputa del match, il rapporto con l’allenatore, il pieno rispetto dell’arbitro, il come stare in panchina, il sostegno e l’incitamento ai compagni in campo ed il rispetto dell’avversario che, anche se sconfitto, è degno di apprezzamento e applauso.  Per la cronaca, la rappresentativa veneta è stata sconfitta di misura per 11 a 10, e pur essendo superiore dal punto di vista della prestanza fisica, alla fine ha prevalso il gioco a tutto campo dei ragazzi inglesi, sostenuto in più da una grande volontà di vittoria. “Men of the match” il mediano di mischia inglese Bruno Smith, che ha impressionato per le grandi doti di rapidità e visione di gioco. La festosa ospitalità del “terzo tempo” ha concluso l’evento alla presenza del presidente del comitato regionale Marzio Innocenti con la promessa di un ritorno il prossimo anno per un nuovo confronto e per consolidare un’amicizia non solo sportiva. Il match è stato preceduto da una interessante e seguita esibizione di Touch tra le squadre del Tiki Anzac Touch Team di Fontanafredda, guidata da Brendan Willialms, ed una selezione nazionale di Italia Touch in formula Open Mixed.

Share this post

  • Subscribe to our RSS feed
  • Share this post on Delicious
  • StumbleUpon this post
  • Share this post on Digg
  • Tweet about this post
  • Share this post on Mixx
  • Share this post on Technorati
  • Share this post on Facebook
  • Share this post on NewsVine
  • Share this post on Reddit
  • Share this post on Google
  • Share this post on LinkedIn
There are no responses so far.

New comments are closed.